La web agency lancia la moda

La moda sul web.
Internet rappresenta un’ampia fetta di mercato e la moda venduta online è caratterizzata da vendite in crescita del 19%, confrontando i dati 2014 e 2015. Sono molti i brand che hanno attivato e-shop, così come le grandi marche acquistate tramite l’e-commerce. La web agency è il consulente che può aiutare l’impresa attiva nel comparto del fashion. Online si vende bene, si riducono i costi e si guadagna un numero sempre maggiore di clienti. Ma sempre più aziende utilizzano la rete. Per emergere bisogna avere un esperto in grado di ottimizzare i motori di ricerca, che sia in grado di dare visibilità al sito aziendale, che consigli le strategie più idonee per attirare i clienti sui social network.
Sono proprio questi ultimi a rappresentare la piazza in cui trovare i potenziali acquirenti e dialogare con loro. Ma il web offre moltissime opportunità, tanto da sostituire il mondo reale. Online si possono vedere le sfilate, su un canale apposito, leggere gli articoli sulle tendenze, trovare informazioni sugli abiti confrontare i prodotti, approfittare delle offerte. Gli e-shop permettono di visionare in maniera approfondita l’intera gamma di modelli commercializzati da un brand, cosa che non accade in nessun negozio reale. Questo è il rapporto, sempre più stretto tra moda e web.

Il business 2.0.
La sfida delle imprese è l’acquisizione di visibilità. Internet è il mezzo migliore per ottenerla, ma nulla è scontato. Le nuove tecnologie offrono opportunità, ma richiede di seguire regole precise e ferree.
Una web agency consente di individuare una strategia che include una combinazione tra la tecnologia e gli affari.
Uno degli aspetti più importanti è la relazione dell’impresa con il cliente, per conoscerne gusti ed opinioni, gestendo le lamentele e le esigenze. Questo porta ad essere competitivi sul mercato. Gli acquirenti vanno coccolati, devono sentirsi al centro dell’attenzione ed essere accompagnati all’acquisto. I principali strumenti da utilizzare sono:

  • un sito web con una sezione contenete le domande frequenti o addirittura un forum per interazione tra clienti;
  • un’indirizzo e-mail dedicato per rispondere celermente alle domande degli acquirenti;
  • l’unificazione delle comunicazioni per incrociare le diverse richieste dei clienti giunte su canali diversi;
  • un software che aiuti la combinazione tra i vari canali di comunicazione.

Le azioni da intraprendere sono:

  • la gestione e l’analisi dei dati, grazie all’interazione via internet si può dialogare con i consumatori e registrare le loro preferenze;
  • il marketing basato sull’esperienza: creare le strategie promozionali tenendo conto i desiderata delle persone;
  • l’automazione del marketing: ottimizzare e razionalizzare i costi, per essere efficienti senza troppe spese;
  • l’ottimizzazione fai da te: dare al cliente un modo per interagire con l’azienda in ogni momento;
  • il coinvolgimento del personale: migliorare l’approccio al cliente dei dipendenti dell’impresa.

La nuova rivista americana INC ha fatto un’analisi precisa di come il business 2.0 ruoti attorno al cliente.

Tendenze e stili di vita.
Il mercato è in continua evoluzione, soprattutto nel campo della moda. Internet è la nuova frontiera del fashion. I 15 milioni di e-shopper italiani preferiscono la rete per acquistare il vestiario. Per attirare la loro attenzione bisogna creare tendenza, lavorare sui loro stili di vita. Se da una parte si devono raccogliere i desideri, dall’altra si deve suggerire cosa comprare.
Un’agenzia web specializzata nel fashion offre servizi dedicati e calibrati sulle necessità del comparto.
Le professionalità che mette in campo si occupano di:

  • creatività per comunicare il brand e l’identità aziendale;
  • presentazione dei prodotti, attraverso testi che raccontino storie coinvolgenti;
  • contenuti, suscitando emozioni attraverso i testi;
  • analisi, per suggerire le strategie per generare flussi di ricavi;
  • campagna digitale, con un progetto coordinato su vari mezzi ed azioni;
  • comunicazioni e social, con la gestione delle piattaforme sociali;
  • e-commerce, approntando un sito per il commercio digitale;
  • pianificazione del futuro, con un monitoraggio dei trend.

La web agency permette alla moda di diventare digitale.